Previsioni traffico roaming

L’esigenza dell’Impresa

Quando un cliente di un operatore di telefonia mobile si reca all’estero i servizi telefonici dei quali usufruisce (roaming) avvengono sulla rete di un operatore locale. Affinché questa possibilità sia disponibile, i vari operatori si accordano sulle tariffe relative ai vari servizi (chiamate, SMS, internet). I contratti, che vengono negoziati su base annuale, prevedono numerose tipologie di piani tariffari che dipendono dai volumi di traffico scambiati.

Il problema scientifico

Al fine di negoziare un contratto vantaggioso, ogni operatore deve avere a disposizione delle previsioni affidabili sui volumi di traffico che saranno scambiati da e verso l’altro operatore. Inoltre, data la complessità dei contratti, le previsioni sui costi e ricavi corrispondenti a un certo accordo non sono legate in modo semplice a quelle sui volumi di traffico. Una soluzione che possa essere di supporto al manager nel momento della contrattazione deve tener conto delle incertezze sulle previsioni dei volumi e di come queste influenzano le previsioni di costi/ricavi, per indicare le decisioni migliori e far raggiungere accordi più vantaggiosi.

Metodologie e soluzioni sviluppate

Per realizzare le previsioni sui volumi scambiati (da e verso ogni altro operatore e Paese del Mondo) è stato realizzato un modello predittivo capace di tenere conto dei volumi scambiati in passato e dei trend di mercato (stagionalità del traffico roaming, diffusione di nuove tecnologie, …). Il modello è basato su tecniche di simulazione numerica Markov Chain Monte Carlo, che permettono di ottenere una distribuzione che associa ad ogni valore di costo/ricavo la corrispondente probabilità. E’ stata realizzata una interfaccia grafica per il manager che, in tempo reale durante la contrattazione, può visualizzare l’esito atteso del contratto in discussione e decidere quindi in maniera ottimale.

Risultati e benefici per il cliente

Il modello realizzato permette di gestire velocemente gli aggiornamenti mensili sulle previsioni di volumi e di costi/ricavi per ogni operatore e Paese, che prima erano realizzate singolarmente. Inoltre, l’approccio probabilistico sul quale il modello è fondato permette di valutare allo stesso tempo tutto gli scenari possibili, ognuno pesato con la propria probabilità. Questo permette al manager di avere una stima quantificata e affidabile dell’incertezza legata a ogni previsione, al fine di poter prendere la decisione alla quale corrisponde la massima utilità attesa.

Partner dello Sportello Matematico: Pangea Formazione